Cappella del Sacrario Militare a Pocol

Sul colle di Pocol, che domina da sud-ovest la conca ampezzana, vennero sepolti dal 1915 al 1917 i soldati italiani caduti durante la prima Guerra Mondiale, nella strenua conquista del Castelletto e dello sfondamento della linea austriaca tra le Tofane e il Lagazuoi.

Nel 1916 il Genio Militare fece erigere la piccola cappella al centro di questo cimitero denominato “Alle aquile delle Tofane”.

Nel 1935 le salme furono dissepolte e trasferite, insieme a quelle provenienti da altri cimiteri di guerra, nel Sacrario Militare costruito poco lontano e inaugurato nel 1939.

Una porta di ferro, sovrastata da una lapide, immette nel piccolo vano, poligonale con la volta decorata da cordoni di alloro, bracieri ardenti, stemmi delle brigate alpine. In controfacciata è collocata la bella pala di Pio Sòlero che, sullo sfondo gelido delle Dolomiti, raffigura un soldato mentre veglia il commilitone caduto.